Chi è Roberto Rotatori


Cavaliere Olimpionico di Concorso Completo di Equitazione a Pechino 2008, Medaglia d’Argento a squadre e Medaglia di Bronzo a squadre ai Campionati Europei di Completo 2009 e 2007, 4° classificato al CCI4* Badminton 2009, qualificato per i Campionati del Mondo di Tryon 2018.

Roberto Rotatori: il cavaliere italiano con il miglior risultato nella storia di Badminton.

Roberto Rotatori e Irham de Vaiges Olimpiadi Pechino 2008 di Completo, prova di Cross Country
Roberto Rotatori e Irham de Vaiges Olimpiadi Pechino 2008 di Completo, prova di Cross Country

Roberto Rotatori nel 2008 ha fatto parte della squadra italiana di Completo che ha ottenuto il 6° posto alle Olimpiadi di Pechino, posizionandosi tra i primi 30 cavalieri al mondo a livello individuale.

Nel 2009, ancora in sella a Irham de Vaiges, arriva il 4° posto al CCI4* di Badminton, risultato più alto mai conseguito da un cavaliere italiano nel più prestigioso concorso di Completo, con più di 250.000 spettatori.

Sempre nello stesso anno il binomio ottiene la Medaglia d’Argento a squadre e il 7° posto individuale ai Campionati Europei di Fontainbleau, risultato che va ad aggiungersi alla Medaglia di Bronzo a squadre di due anni prima.

“Quando sono andato a provare Irham mi ha colpito subito il suo sguardo. Era un cavallo di una dignità e serietà, che metteva quasi in soggezione. Ne avevo visti molti altri, ma quando ci siamo guardati per la prima volta negli occhi è stato un colpo di fulmine ed ho capito che non avrei potuto avere più fortuna di così. Grazie ai suoi proprietari che si sono resi disponibili ad acquistarlo per me, abbiamo potuto cominciare insieme il percorso che ci ha portato nel giro di pochi mesi a tanti successi.”

Dalle prime esperienze in sella alla scelta di fare dell’equitazione la propria vita

L’incontro con i cavalli avviene per caso alla fine degli anni ’70.

“L’inizio è stato traumatico: la mia prima volta in sella è stata una passeggiata sulla cassanese da Segrate a Milano 2, nella quale la mia cavalla ha preso una fuga e mi sono fermato al semaforo. In quel momento mi sono detto: “MAI PIU’!”. Ma così non è stato. Anche dopo quell’esperienza sentivo che la passione per l’animale era troppo forte: ho cominciato a montare dai due macellai del paese con l’intento di evitare che quei cavalli fossero macellati, ma piuttosto venduti da passeggiate o da scuola. Un inizio non consueto, dettato più dalla passione per questi animali che da velleità agonistiche.”

A 12 anni Roberto comincia a prendere le prime lezioni a Milano con Silvano Galbiati, grazie al quale la sua passione per i cavalli cresce fino a portarlo, a soli 14 anni, a decidere di dedicare la propria vita all’equitazione.

Nel 1987, durante il servizio militare, scopre la disciplina del Completo, alla quale si dedicherà prevalentemente dagli inizi degli anni ’90.

Il periodo in Inghilterra con Mark Todd e l’impegno come istruttore

Nel 1997 si trasferisce in Inghilterra per lavorare con Sir Mark Todd, approfondendo la sua esperienza sia come cavaliere che come istruttore.

Roberto Rotatori e Mark Todd insieme nella ricognizione del cross nel CIC3* di Blenheim UK 2017
Roberto Rotatori e Mark Todd insieme nella ricognizione del cross nel CIC3* di Blenheim UK 2017

“Mark Todd, oltre ad essere una persona speciale e un amico, è tutt’ora uno dei cavalieri più forti al mondo. E’ stato l’anno in cui ho imparato di più in tutta la mia carriera, in particolare sulla gestione dei cavalli, sulla programmazione e la qualità del lavoro e di vita che il cavallo atleta deve avere.”

Torna in Italia nel 1998 e si dedica all’attività di istruttore, sia in qualità di Tecnico Federale per la Lombardia alla Coppa delle Regioni, che collaborando con i più importanti centri ippici lombardi, il Centro Ippico Lombardo e il Centro Ippico Monzese e portando numerosi allievi fino ai Campionati Italiani e Europei.

I successi internazionali individuali e con la Nazionale Italiana di Completo

“Prima che arrivasse Irham, nel 2005 ho comprato due cavalli: Caspian, un purosangue nato in argentina, e Clifton Fiesta, un altro purosangue neozelandese, con cui ho ripreso la mia attività di cavaliere arrivando di nuovo fino alle categorie 3* e ai Campionati Italiani Assoluti.”

Roberto Rotatori e Irham de Vaiges CCI4* Badminton International Horse Trials 2009
Roberto Rotatori e Irham de Vaiges CCI4* Badminton International Horse Trials 2009

Nel 2006 con Irham ottiene in brevissimo tempo le qualifiche per i Campionati Europei di Completo 2007, le Olimpiadi di Pechino 2008, Badminton e i Campionati Europei di Completo 2009.

Un infortunio nel 2011 lo porta a sospendere per un periodo l’attività agonistica, ma Roberto si dedica alla formazione di giovani cavalieri e riceve l’incarico dalla Federazione Italiana Sport Equestri di CT della Nazionale Juniores e Young Riders, che guida ai Campionati Europei fino al 2013.

Nel frattempo riprende l’attività agonistica con giovani cavalli da lui selezionati e prodotti, tra cui il suo attuale compagno Castlerichmond SRS e Pura del Castegno.

“Penso che Castlerichmond sia il cavallo più simpatico con cui io abbia avuto a che fare nella mia carriera. E’ sempre di buonumore e interagisce tantissimo sia con le persone che con i cavalli: è un buon leader molto amato dai suoi compagni di scuderia. Ama tantissimo fare le gare e dà sempre il meglio di sé.”

L’affermazione dei suoi giovani cavalli nel circuito agonistico internazionale

Roberto Rotatori e Castlerichmond SRS Cross Country Campionati Mondiali di Completo Le Lion d'Angers 2014
Roberto Rotatori e Castlerichmond SRS Cross Country Campionati Mondiali di Completo Le Lion d’Angers 2014

Nel 2014 arrivano i primi importanti riconoscimenti internazionali per i giovani cavalli di Roberto: Castlerichmond SRS si aggiudica il 13° posto al Campionato Mondiale Le Lion d’Angers e il 2° posto ai Campionati Italiani riservati ai cavalli di 6 anni.

Nello stesso anno, Pura del Castegno vince il Campionato Italiano riservato ai 5 anni e l’anno successivo è in cima alla lista per i Campionati del Mondo dei 6 anni. Ancora nel 2015 Castlerichmond, all’età di 7 anni,  ottiene il 19° posto ai Campionati Mondiali riservati ai 7 anni e nel 2016 vince gare internazionali 2* e si piazza al 5° posto nel CICO3* Nations Cup di Vairano.

L’impegno per la Federazione e la crescita dei giovani cavalli

Nel 2017 ha ricevuto dalla Federazione Italiana Sport Equestri l’incarico di Tecnico Federale per gli Stage sul territorio ed è Membro della Commissione Federale Gare e Percorsi Completo.

Roberto Rotatori e Castlerichmond SRS Cross Country Blenheim International Horse Trials 2017 UK
Roberto Rotatori e Castlerichmond SRS Cross Country CIC*** Blenheim International Horse Trials 2017 UK

Ad oggi Roberto è impegnato nella crescita dei giovani cavalli, tra cui il promettente 5 anni KC Noble Class e il 7 anni Colpaccio,  e attivo nel circuito agonistico internazionale nell’ambito di importanti eventi come Blenheim International Horse Trials ed è qualificato con Castlerichmond SRS per i Campionati del Mondo di Tryon (USA) 2018.

Quali sono gli obbiettivi di Roberto per il futuro? Scoprili qui e come partecipare anche tu ai suoi progetti!

Scarica la biografia di Roberto Rotatori in formato PDF: